dare i numeri: il richiamo della foresta.

un povero leghista buono come Buseca, fa un post a suo modo ragionato e sensato, per polemizzare con me, ma ha la cattiva idea di intitolarlo “Dare i numeri”, ed ecco che arriva di corsa un razzista bavoso a cercare di dimostrare che il più bravo a darli, i numeri, è lui.

. . .

21 thoughts on “Dare i numeri”

 bortocal   8 DICEMBRE 2015 AT 17:57

una risposta completa ai tuoi tre commenti da me, che hai sintetizzato qui da te, si trova ovviamente nel mio blog.

qui stralcio soltanto la parte che si riferisce al titolo sarcastico di questo post sui numeri degli immigrati nel Baden Wuerttemberg: purtroppo e` inappropriato e dimostra una scarsissima conoscenza sul campo del problema.

il tasso della popolazione tedesca con retroterra immigratorio nel Baden-Wuerttemberg è di quasi il 30% (scusate, ma me ne occupavo professionalmente fino a 5 anni fa): la statistica che viene citata si riferisce soltanto a coloro che hanno mantenuto la cittadinanza straniera; si deve aggiungere quasi il doppio di cittadini di origine straniera che hanno preso intanto la cittadinanza tedesca (e, non so se è chiaro che cosa vuol dire questo aspetto del problema, che la destra ignora costantemente: la maggioranza degli immigrati, anche in Francia, hanno la nazionalita` francese: occorrerebbero delle leggi di tipo hitleriano per togliergliela e non sarebbero 6 milioni in tutta Europa, come gli ebrei).

in altre regioni della Germania (proprio quelle piurazziste, dell’ex Repubblica Democratica Tedesca, dell’Est) le percentuali sono molto piu basse, ma occorre ricordare che gli immigrati in Germania hanno cominciato ad arrivare negli anni Cinquanta e hanno ricostruito il paese dopo la seconda guerra mondiale; questo i tedeschi lo sanno, di avere un debito storico con loro.

come gli immigrati italiani ed altri hanno costruito gli Stati Uniti, fra l’altro.

i milioni di immigrati turchi, assolutamente musulmani, ma poi anche afgani e di altri paesi islamici, vivono tranquillamente in Germania da decenni; semmai sono stati i turchi ad essere ripetutamente attaccati dai nazisti locali con ripetuti incendi dolosi e molte vittime.

 Rettiliano Verace   8 DICEMBRE 2015 AT 18:06

Bortocoal, tu sei talmente islamofilo che secondo me non riesci a stare un giorno senza ciucciare amorevolmente un cazzone circonciso islamico. Quelli come te sono i “class B traitors”, gli umanisti suicidi che applaudono mentre i musulmani gli distruggono la casa, gli stuprano la moglie e gli sfondano il culo. Ti augurerei di finire a quel modo, ma probabilmente e’ il tuo sogno.

   Raphael Pallavicini   8 DICEMBRE 2015 AT 18:19

Calma calma Rettiliano Verace non appiccicare etichette a vanvera.

É molto più ragionevole e saggio di quanto possa sembrare a prima vista.

Lasciatelo dire da un polentone un po’ gnurant…. Non fare il “terün” sanguigno…. ☺

 Rettiliano Verace   8 DICEMBRE 2015 AT 18:26

Ma se e’ talmente turcofilo e islamofilo che se provi ad insultargli il profeta (piscio e merda su di lui) ti banna da quella fogna sinistroide malamente camuffata da blog…

Raphael Pallavicini   8 DICEMBRE 2015 AT 18:32

Ugh…. Bbbboni, state bbbboni… ☺

Ma tu guarda se un leghista brianzolo si deve mettere a pacificare un (quasi ex?) comunista ed un palermitano Verace….. ☺

bortocal  10 DICEMBRE 2015 AT 09:03

se tu sapessi di che cosa parli, sapresti che secondo la legge italiana, se offendi un’altra religione commetti un reato punibile a termini di legge.

e io non intendo essere complice di reati.

e se non lo sai, leggi il mio blog e troverai i riferimenti di legge.

comunque ti ho bannato dal mio blog per il tuo linguaggio e sono ben contento di averlo fatto.

Raphael Pallavicini  10 DICEMBRE 2015 AT 09:43

Io qui non banno nessuno. Casomai lo ignoro. ☺

E tu, caro il mio Rettiliano Verace, non comportarti come il peggiore degli stereotipi dei siciliani per piacere.

bortocal   10 DICEMBRE 2015 AT 09:00

quella testa di cazzo.

per questo parla di cazzi: la sua e` un’autobiografia… 🙂

Raphael Pallavicini   10 DICEMBRE 2015 AT 09:05

Mi ripeto…. Bbbboni, state bbbboni ☺

Non lasciarti tirar dentro.

bortocal   10 DICEMBRE 2015 AT 09:30

ma dai, il tuo e` un blog senza censura (a differenza del mio…).

mi piace turpiloquiare in risposta qui: pan per focaccia, ma col sorriso sulle labbra, giuro. 🙂

ma tu dici che dovrei prendermela? e perche`? 😉

Raphael Pallavicini 10 DICEMBRE 2015 AT 09:52

Il “bbbboni” dovrebbe essere una parodia di Maurizio Costanzo… ☺

Raphael Pallavicini   8 DICEMBRE 2015 AT 18:17

Beh, la popolazione immigrata in Lombardia ha tassi analoghi se tieni presente che chi arrivava dal regno delle due Sicilie di fatto arrivava da una realtà completamente estranea… Ogni paese della Brianza “felix” oramai è una semi succursale di un paese specifico della magna Grecia. Un sacco di miei amici nati qui hanno origini duo-siciliane.

C’è poi da dire che io che lavoro in edilizia gli immigrati me li cucco tutti, siciliani, Calabri, rumeni, marocchini eccetera e certo riconosco che la maggioranza sono ottime persone. Ma i musulmani osservanti hanno un’agenda che di fatto li rende cellule dormienti. Per fortuna son pochi e dobbiamo portare i tiepidi dalla nostra parte facendo gustare loro le gioie e la bellezza della civiltà europea. La battaglia va vinta non con le armi ma con l’istruzione. ☺

Rettiliano Verace   8 DICEMBRE 2015 AT 18:34

La differenza e’ che gli immigrati dalla terronia saudita sono arrivati in un momento in cui c’era bisogno di loro, e sono arrivati come immigrati economici e non come profughi. Ricordo bene i diplomati ITIS e IPSIA dei miei tempi che andavano a lavorare in Piemonte, Emilia e Lombardia per uno stipendio che per loro era un sogno, ma che per un locale sarebbe stato uno sputo in faccia. Ricordo anche i tuoi amici leghisti, e il modo in cui ci trattavano. Ora Salvini elemosina i voti al sud, e quei rincoglioniti lo stanno pure a sentire. Mah.

Comunque, la differenza e’ enorme. Il profugo si aspetta di essere mantenuto (anche perche’ spesso non parla la lingua e non ha nessuna skill utile), l’immigrante economico si aspetta di lavorare e mandare soldi a casa. Pur con le prospettive favorevoli, i quartieri colonizzati da noi terroni sono diventati delle fogne (vedi l’oltretorrente di Parma, detto anche “Nuova Cutro”), e non c’erano i problemi di alloggio che hanno i “profughi” di oggi. A tale proposito, ti consiglierei di vedere questo:

http://www.emigrantebestemmiante.blogspot.co.uk/2015/09/la-questione-dei-rifugiati-siriani.html

Ovviamente arriveranno i leccakebap con le loro solite idiozie, ma faccio presto a bannarli.

bortocal   10 DICEMBRE 2015 AT 09:18

ah gia`, dimenticavo che per un leghista anche i terroni sono stranieri…, questa mi mancava proprio! 🙂 🙂 🙂

strano che i leghisti non sappiano niente, ma proprio niente delle loro radici: il Settecento lombardo fu caratterizzato dalla lotta degli originari contro l’attribuzione dei diritti politici ai forestieri, cioe` agli immigrati delle altre regioni.

https://www.google.it/search?q=Lombardia+originari+e+forestieri&oq=Lombardia+originari+e+forestieri&aqs=chrome..69i57.7047j0j7&sourceid=chrome&es_sm=122&ie=UTF-8

https://bortocal.wordpress.com/2011/03/11/148-viva-gli-alpini-abbasso-la-lombardia-no-allitalia-disuguale/

niente di nuovo sotto il sole, eh?

per il resto, dici finalmente delle cose sagge: siciliani, Calabri, rumeni, marocchini eccetera e certo riconosco che la maggioranza sono ottime persone.

sono d’accordo con te anche quando dici: i musulmani osservanti hanno un’agenda che di fatto li rende cellule dormienti. Per fortuna son pochi.

dovresti solo fare un altro piccolo passo in avanti, ed ammettere che anche i cattolici osservanti sono cellule dormienti, che anche il cristianesimo ha la sua degenerazione nazista nelle sue radici.

e il Ku Klux Klan non e` meglio del Califfato, come ben dimostra quella biscia che ti allevi in seno. 😉

insomma la guerra (quella soltanto metaforica nel confronto delle idee, eh?) la dobbiamo fare ad ogni forma di fanatica osservanza religiosa.

perfino i buddisti osservanti del Dalai Lama stanno facendo dei progrom anti-islamici in Myanmar in questi mesi: pero` non servono al momento a nessuna propaganda e dunque la stampa cerca di non parlarne.

sul cristianesimo credo ti aiutera` un post piuttosto complesso, che ho cominciato a scrivere in Germania, ma non ho finito.

Raphael Pallavicini  10 DICEMBRE 2015 AT 10:07

Lo stato italiano è composto da molte comunità nazionali differenti. Di fatto l’Italia è tra i primi stati multinazionali (Russia, impero Austro-Hungarian) ma è certo l’unico che pretendeva di non essere multinazionale.

Grazie x i link. Aggiungo poi che la famigerata operosità lombarda pare provenire dalla tassa sui terreni che Maria Teresa d’Austria impose dopo la creazione del catasto. Chi ha detto Imu ed ICI? ☺

Sul ku klux klan non condivido affatto la tua visione. Tra i pochissimi comandamenti diretti che ha (tu diresti avrebbe) dato Gesù è “ama il prossimo tuo come te stesso”. Quelli del kkk lo violano apertamente. Quelli dell’Isis al contrario applicano le sure tarde – la 8 e la 9 in particolare – quindi sono osservanti.

Poi sugli immigrati non è che “finalmente” dico code sagge, l’ho sempre fatto. Vai a leggerti “gli onesti fregati” ed altri miei del periodo.

E btw, son proprio curioso di vedere come crederai di aver smontato l’… ☺

Rettiliano Verace 10 DICEMBRE 2015 AT 14:54

Il KKK era una organizzazione che si basava su una perversione dell’etica protestante americana, e che ha perso potere proprio per l’opposizione dei protestanti che conoscevano la loro stessa religione. Nessun cattolico, soprattutto in Europa, penserebbe a rifondare il KKK o a stabilire un movimento simile, anche perchè i razzisti violenti hanno altri ambiti in cui andare. Dire che ci sono “cellule dormienti” tra i cattolici pur di difendere il tuo amatissimo Islam è un discorso degno di un centrosocialato di 14 anni. Le cose sono due: o ti sei fatto scrivere il post dal nipote centrosocialato, oppure le uniche cellule dormienti che ci sono qui sono nel tuo cervello reso arteriosclerotico dall’età. In caso, ti consiglierei questo, un mio parente ci si è trovato benissimo:

http://www.italianhospitalgroup.it/centri.php?cid=11

Raphael Pallavicini   10 DICEMBRE 2015 AT 14:56

Perchè non ti sei fermato dopo i primi due paragrafi? Dai, santa polpetta, questo è un esempio da manuale di come passare dalla parte del torto pur avendo ragione. Comunque grazie per l’imbeccata sulle radici protestanti del KKK.

bortocal   10 DICEMBRE 2015 AT 09:38

divertente la risposta di chi dice La differenza e’ che gli immigrati dalla terronia saudita sono arrivati in un momento in cui c’era bisogno di loro, e sono arrivati come immigrati economici e non come profughi.

e`proprio vero che all'ignoranza non c'e mai limite, sopratutto per chi non si rende conto di esserlo e di parlare a vanvera: basterebbe studiare e informarsi.

i profughi che riescono a fuggire verso l’Europa dalla Siria, ad esempio, sono l’elite di un paese peraltro molto civile, a differenza di quel che pensa chi non ci e` mai stato (il sottoscritto ha visto con i suoi occhi): sono chirurghi, ingegneri, parlano molte lingue spesso (a differenza dei poveracci italiani ignoranti che li insultano).

non a caso la Germania si piglia i profughi migliori e li inserisce nel proprio contesto sociale e produttivo, arricchendosi delle loro competenze; gli altri li lascia a noi…, che siamo piu` adatti a prenderceli, con la nostra cultura mafiosa e le tutele per i delinquenti di ogni provenienza od origine.

i profughi poveracci invece restano li` dove sono, sotto le bombe e gli attacchi dei tagliagole, o al massimo si trascinano in Turchia o in Libano e in Giordania (dove ce ne sono due milioni, oltre agi altri milioni di profughi palestzinesi creati da Israele anni fa).

qualcuno peraltro mi dovra` spiegare che cosa vuol dire esattamente odiare sia i tagliagole sia le loro vittime…

Raphael Pallavicini  10 DICEMBRE 2015 AT 09:51

Direi che concordiamo su tutta la linea. ☺

Che ti sembrerà strano assai ma mi pare proprio sia quella della Lega Nord. Davvero, la Lega era quella che chiedeva le impronte digitali e l’identificazione anche coatta di chi arrivava che sono proprio le stesse cose che chiede la Comunità Europea e per le quali ci stanno per multare.

Chiede anche che l’immigrazione sia “integrabile” nel tessuto socio economico e questo significa limitare e selezionare i flussi, proprio come fa la Germania.

Io talvolta mi scaldo e stigmatizzo il comportamento tedesco ma sarebbe anche il comportamento di un governo leghista…

Tu che sei addentro più di me nelle questioni mediorientali hai capito perché l’Arabia Saudita non si sta prendendo i siriani “colti”? In teoria ne avrebbero solo vantaggi: d’immagine, economici anche nel breve periodo. Come mai non ne accolgono? Sono di una differente setta dell’islam?

Rettiliano Verace   10 DICEMBRE 2015 AT 15:13

Nonno, io sono uno di quei terroni emigrati al Nord quando c’era il boom dell’economia e servivano diplomati ITIS e IPSIA per le vostre fabbrichette (tutte chiuse, ora, e ne sono contento). So perfettamente di cosa parlo. Tu a quei tempi eri un parassita statale nella scuola, cosa ne puoi sapere? Ai tempi c’era una fame assurda di tecnici (meccanici, idraulici, elettricisti, geometri e simili), dato che al Nord c’erano solo analfabeti e laureati. Siamo venuti in massa dalla terronia e vi abbiamo dato il sangue per fare andare avanti quelle vostre fabbrichette, ma solo perchè ci avete chiamati dato che ne avevate bisogno. I profughi sono una cosa completamente diversa, quelli hanno bisogno di assistenza e in molti casi hanno ben poco da dare (i professionisti sono uno su cinquanta. In generale sono poveracci analfabeti). Ma come spiegare questa differenza a uno che ha mangiato soldi statali tutta la vita?

Raphael Pallavicini   

Ma quanti anni hai, Rettiliano?

E non rispondere dodicimila…. 🙂

. . .

qui provo a postare questo commento, ma si vede che il Buseca, alias Rapahael Pallavicini mi ha appena bannato, oppure è successo quacos’altro di informatico, e non ci riesco.

quindi lo posto qui:

non guardo la tv, e tantomeno Costanzo.

io dico soltanto che se uno lascia offendere qualcun altro sul suo blog, lo offende assieme all’offensore diretto.

ovviamente ciascuno gestisce il suo blog come gli pare, però a me non piace stare vicino alla puzza.

scusami, sono disposto a discutere soltanto a casa mia, dove non ci sono persone moleste.

e comunque ho giusto una stanza di servizio per le operazioni sporche: https://bortocommenti.wordpress.com/

Annunci