pabloz, Catarsi in do minore (senza catarsi, però).

scrive colui che per me sarà sempre pabloz, il cui posto è stato nel tempo assunto da un certo paolo zardi, che non conosco e non voglio neppure conoscere:

http://grafemi.wordpress.com/2013/09/18/catarsi-in-do-minore/

Anni fa frequentavo, con grandissima soddisfazione, una comunità di blogger particolarmente attiva e stimolante. La piattaforma, la piccola blogs.it, aveva mille magagne ma le sue particolari dimensioni – abbastanza grande per non sentirsi soli, sufficientemente piccola per conoscere tutti, almeno di vista – la rendevano simile a un paese; e poiché in questo paese c’erano almeno dieci tra le persone più brillanti che abbia mai conosciuto, i risultati che ne vennero fuori furono irripetibili. Poi, come spesso succede, finì tutto a puttane: insulti, veleni, ripicche, scontri ideologici, amori e tradimenti. Ora, quella piattaforma, che mi ha consentito di scoprire che scrivere è un’attività meravigliosa, se ne sta là come un cimitero: triste, abbandonato, straziante. Continua a leggere

Annunci